Morbido o duro? Come scegliere il materasso giusto per il tuo corpo

Morbido o duro? Come scegliere il materasso giusto per il tuo corpo
Come è ben noto passiamo circa 1/3 della nostra vita dormendo, per questo motivo dobbiamo scegliere un materasso che ci permetta di riposare bene e ci assicuri un risveglio sereno. Un elemento da non trascurare nella scelta del nostro materasso è la sua rigidità. Ma come riconoscere un materasso duro o morbido? Un materasso è troppo morbido, quando sdraiandosi, non si riesce a rotolare facilmente da una parte all’altra; oppure quando, stando su un fianco, si tende a sprofondare. In questo modo il nostro corpo è privo di sostegni e non assumerà una posizione corretta durante il sonno con effetti deleteri sulla nostra salute. Un materasso è troppo duro, invece, quando stando in posizione supina, si riesce a passare una mano sotto la schiena all’altezza della regione lombare. Ma anche questo tipo di materasso non è adatto, perché non riesce ad accogliere le parti sporgenti del corpo. Non sarà quindi il materasso ad adattarsi al nostro corpo come avviene ad esempio con i materassi in memory di qualità, ma viceversa il corpo ad assumere la forma del piano d’appoggio, esponendo quindi la colonna vertebrale a gravi traumi. Il materasso giusto è quindi un materasso ergonomico, un materasso ortopedico, in grado di adattarsi alla forma del nostro corpo in modo armonico. L’importante è che il nostro materasso ci permetta di assumere durante il sonno una postura corretta, rispettando la naturale curvatura sinusoidale della spina dorsale. Serve un modello più rigido per le persone robuste, più morbido per le altre. In molti modelli di materassi, la struttura è composta da zone differenziate che offrono sostegni diversi alle parti del corpo. Una persona di piccola taglia e peso non eccessivo dormirà meglio su un materasso in lattice o schiumato, una persona di taglia grande e peso maggiore potrà preferire un materasso a molle, per le sue ampie zone d’appoggio.